PRIVATE EQUITY, CIPOLLETTA: VERO FATTORE POLITICA INDUSTRIALE

02/07/2019

Il private equity nelle sue diverse formule sta diventando il vero fattore della politica industriale italiana. Perché porta capitali alle imprese e quindi le fa crescere o le ristruttura. Perché le sceglie e quindi fa selezione delle imprese, sceglie le migliori, quelle che possono crescere, che si possono aggregare. E quindi fa una vera programmazione di mercato".
Lo ha sottolineato Innocenzo Cipolletta, presidente di AIFI, l'associazione italiana del private equity, venture capital e private debt in occasione dell'Investors Meeting 2019 di HAT sgr alla Luiss Business School, a Roma presso Villa Blanc.

"Ed è l'unico fattore di finanziamento del sistema delle imprese - ha aggiunto -, dato che le banche, che continuano a sostenere le imprese, hanno tuttavia dei limiti derivanti dalle diverse regole che sono state impiantate. Per questo il private equity è diventato il sistema per fornire capitali alle imprese e selezionarle. Oggi parliamo di HAT, una sgr che ha avuto buonissimi risultati. Un piccolo esempio di un grande mercato che si sta sviluppando anche in Italia".